Come difendersi

acari-polvere-acarina

CONOSCIUTO L’ACARO

cose da fare e da evitare:

 

 

 

 

 

SI

Aerare spesso i locali evitando le ore al tramonto e avendo la precauzione di coprire il letto con un telo.

Preferire pavimenti in marmo, ceramica o linoleum. Installare finestre a ventilazione permanente e con filtro aria.
Utilizzare un aspirapolvere con filtro Hepa, che impedisce la diffusione di particelle di polvere aspirata.
Adottare un riscaldamento radiante a pavimento o termosifoni che si ribaltano (per pulire gli elementi). La temperatura non deve superare i 20-21 gradi.
Mantenere l’umidità al 50/60 %.
Provvedere a una periodica manutenzione di condizionatori e deumidificatori, perché facilitano la formazione di condense creando un clima ideale per aspergilli e acari.

NO

Evitare i materiali porosi, perché assorbono polvere e umidità (entrambe favoriscono la proliferazione degli acari).
Eliminare moquette, tappeti, tappezzerie di stoffa o carta.
Evitare tende e tendaggi e scegliere veneziane a listelloni verticali lavabili (la polvere si deposita meno).
Non tappezzare o tinteggiare le pareti con prodotti di origine vegetale, perché favoriscono muffe e funghi.
Usare vernici a base acquosa. Se si usano quelle chimiche, meglio no “a buccia d’arancio”. E i ogni caso, lasciar passare un paio di mesi prima di abitare i locali.
Evitare candele mangiafumo: contengono profumi irritanti per le vie respiratorie.

Nella foto, un acaro: questi piccolissimi parassiti prediligono tappeti, moquette e, in generale, gli ambienti umidi.