Pocket Spring

catalogo insac

molle insacchettate
POCKET SPRING

 

Il così detto materasso a molle insacchetate è l’evoluzione del classico materasso a molle, altamente diffuso da oltre cento anni famoso per l’alto rapporto qualità prezzo;  negli ultimi tempi  il materasso a molle ha perso un po’ di terreno a vantaggio di materassi più moderni e dai  materiali high-tech ma con l’evoluzione delle molle insacchettate questa tipologia di materassi sta tornando in testa alle scelte del consumatore anche per il sempre ottimo rapporto qualità/prezzo.

Lo studio delle pressione esercitata dal corpo sul materasso ha portato allo sviluppo di questa nuova soluzione in cui ogni singola molla è racchiusa in un sacchetto indipendente (in alcune versioni poi i singoli sacchetti sono legati tra di loro per un solo punto di giuntura.) realizzato in materiali vari, si va dal cotone a materiali altamente tecnologici, e resistenti all’usura del tempo.

Le molle sono realizzate in filo di acciaio temperato e hanno diverso spessore. Sono studiate per offrire un effetto anatomico e quindi per meglio adattarsi alle diverse pressioni che ricevono, in questa maniera il corpo viene assistito nel riposo in ogni suo punto col giusto sostegno.

Questa tecnica infatti permette alle molle di adattarsi in piena autonomia: in pratica ogni molla si abbasserà il necessario a seconda della pressione operata ogni singolo istante ed indipendentemente dalle molle che le stanno vicino senza peraltro produrre alcun fastidioso rumore.

Il numero delle molle varia, oltre che al varare della taglia, anche da produttore a produttore, di solito però, un materasso inizia ad essere di buona qualità quando ha almeno 480 molle.

vantaggi più significativi per questo tipo di materasso sono:

  1. Elevato grado di adattabilità alla forma del corpo che sale ancora se lo strato superiore del materasso è in lattice,  di conseguenza aumento del comfort;insac
  2. Legato al precedente punto: maggior risposta anatomica;
  3. Prevenzione della compressione dei vasi sanguigni e dell’intorpidimento dei muscoli: si riduce così il rischio di crampi e di dolori alla schiena e al tratto cervicale;
  4. Maggiore risposta elastica e resistenza;